Contenuto Principale
Proverbi graffignanini: Santa Lucia e Natale PDF Stampa E-mail
Mercoledì 12 Dicembre 2012 12:16

Santa Lusìa - di R.PaceOgni periodo dell'anno ha i propri provebi e modi di dire: Natale e Santa Lucia ne hanno due in particolare.

Il Circolo Culturale La Certosa ne ha sviscerati due: li proponiamo con le relative spiegazioni.

Che santa Lüsía la te cunsérva la vista.

A Nadál un pas d’un gal.

Clicca sul pulsante "Leggi tutto..." per leggere la spiegazione dei modi di dire.

 

--------------------------------------------------------------

Che santa Lüsía la te cunsérva la vista.

 

Che Santa Lucia ti conservi la vista. Più che agli occhi, questa locuzione cela una sarcastica ironia rivolta prevalentemente a coloro che a tavola mangiano con un eccessivo appetito. L’intercessione della Santa vuole essere un augurio affinché tutto il corpo, non solo gli occhi, possa godere a lungo della buona salute tanto ben messa in risalto dall’ottimo appetito. Santa Lucia, martire siracusana, sebbene non ci sia noto a quale martirio sia stata sottoposta, nella tradizionale iconografia solitamente viene rappresentata con in mano un piatto sul quale sono posti gli occhi. Il nome Lucia deriva dal latino “lux”, che significa luce.

A Nadál un pas d’un gal.

A Natale un passo di un gallo. Ci si riferisce alla durata della luce del giorno, vale a dire che il giorno di Natale, rispetto ai giorni precedenti si è “allungato” un pochino, appunto del passo di un gallo. Questo proverbio, patrimonio non solo della tradizione popolare graffignanina, è assai più antico di quanto ci si possa immaginare. Celebra il solstizio d’inverno, cioè il ritorno alla luce, un antico rito propiziatorio già in uso tra gli antichi popoli agresti. Infatti, dall’equinozio d’autunno (23 settembre, dove il giorno e la notte sono di uguale durata), la luce del giorno regredisce costantemente fino al solstizio d’inverno (21 dicembre) dove abbiamo il giorno più corto e la notte più lunga dell’anno. Subito dopo la durata del giorno, gradualmente, inizia di nuovo ad allungarsi.

Giuseppe

Proverbi già pubblicati su “il Certosino” notiziario del Circolo Culturale “La Certosa” n. 1 dell’ottobre 2006. Rubrica monografica dal titolo: Grafignanin mangia cucù – Pillole di saggezza popolare – Proverbi e detti della tradizione dialettale graffignanina.

Il disegno di santa Lucia è di Roberto Pace, appositamente realizzato per la pubblicazione de "Il Certosino" n.1