Contenuto Principale
Il periodico, portavoce della nostra realtà PDF Stampa E-mail
Martedì 10 Ottobre 2017 08:25

EC 71 - Editoriale SmallEC 71 - EditorialeIl trentacinquesimo anniversario del nostro periodico comunale è certamente un traguardo molto importante e si abbina quest'anno ad un'altra ricorrenza di grande rilevanza per i graffignanini, il quarantesimo del gemellaggio con le comunità di Graffignano e Sipicciano. I pensieri volano dunque indietro nel tempo e scorre veloce nella mente un concentrato di emozioni, di nostalgie e anche di tanta gratitudine verso tutti coloro che mi hanno preceduto.


L'attenta lettura delle pubblicazioni del nostro informatore mi porta ad affermare con convinzione ed obiettività che c'è sempre stata una onestà di fondo nell'indirizzare lo sviluppo del paese. È spontaneo constatare che in tutti questi anni nella nostra comunità, anche dietro i dibattiti più accesi, si è sempre e comunque affermato un reciproco scambio di solidarietà e di vitalità per una progressiva crescita collettiva. Ciò è avvenuto aldilà delle singole personalità che hanno retto l'Amministrazione e al di là dei modi individuali di percepire la società in evoluzione. Dalle pagine de El Nost Cumün si ha la conferma che si è sempre cercata e poi trovata una risposta (adeguata ai tempi) per le famiglie, le diverse fasce di popolazione e, cosa altrettanto importante, c'è sempre stata la volontà di dare comunicazioni in merito alla attività amministrativa. Si è dunque affermata nel tempo una graduale e corretta continuità nel cambiamento. Ritengo che ciò sia stato possibile perché in tutti noi graffignanini è vivo il senso dell'evoluzione "storica" che accompagna una comunità e c'è anche il cosiddetto "senso del dovere" che ci ha sempre aiutati a superare le difficoltà proprio perché ci sentiamo parte vitale della nostra comunità. Nel corso degli anni il periodico si è sviluppato, fino a diventare veramente bello e accattivante, senza mai perdere però la funzione originaria e cioè quella di essere portavoce delle varie realtà locali e delle iniziative che interessano il paese. L'informatore è in effetti il vero e più attendibile testimone della storia della comunità. Gli anni passano e il mondo cambia sempre di più, ad una velocità vertiginosa. Cambiano ovviamente anche le modalità di comunicazione ed è difficile immaginare quello che sarà. Non devono però cambiale i compiti e le funzioni de El Nost Cumün, che dovrà stare al passo con i tempi senza mai dimenticare o lasciare indietro coloro che non hanno familiarità con gli strumenti sempre più moderni o portatori di novità.

Giuseppe Enrico Galetta, sindaco di Graffignana