Contenuto Principale
Impegno per migliorare l'offerta formativa PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Dicembre 2018 17:13

Impegno ScolasticoL'amministrazione comunale in carica, nonostante la riduzione dei trasferimenti statali, ha sempre rivolto particolare attenzione alla scuola, compiendo ogni sforzo per migliorare l'offerta formativa e per garantire a tutti gli studenti pari opportunità. Anche quest'anno il Piano per il diritto allo studio per l'anno scolastico 2018-19 è ricco di proposte che vedono impegnate fianco a fianco le Istituzioni scolastiche, l'amministrazione comunale e le famiglie. Vedranno allora il via sia le diverse progettualità messe in campo dal corpo docenti, sia le proposte dell'Amministrazione, preventivamente discusse, valutate e accolte dalle docenti stesse.

La spesa prevista per l'anno scolastico in corso è di € 445.000 di cui € 158.000 recuperati attraverso le tariffe di buoni pasto, post scuola e scuolabus: una spesa che, al netto delle entrate, si traduce in più di 800 euro sostenute per ogni alunno dai 2 ai 14 anni. Questo è l'ultimo Piano per il Diritto allo Studio del nostro mandato amministrativo 2014-2019: lasciamo una scuola senza dubbio migliore di come l'abbiamo trovata, con la consapevolezza che per raggiungere una condizione ottimale questa Istituzione necessita di sostegno costante da parte di ogni livello decisionale.

Interventi effettuati nel quadriennio 2014-18:

Sicurezza

  • Riqualificazione interna della scuola secondaria di 1° grado grazie al contributo del governo Renzi (€ 192.000) con aggiunta di risorse del nostro bilancio per € 33.000 per pagamento spese tecniche e I.V.A. non coperte dal contributo.
  • Indagini strutturali sulla tenuta dei solai.
  • Adeguamento barriere architettoniche nella scuola secondaria di I° grado
  • Nuovo accesso esclusivo e ordinato allo spazio di pertinenza scolastico da Via XXI Luglio

Mobili, arredi e attrezzature tecnologiche

  • Sostituzione di banchi e sedie nella scuola secondaria
  • Sostituzione di scrivanie e armadi nella scuola primaria
  • Dotazione LIM (lavagne luminose) nelle classi della scuola primaria e secondaria

Servizi

  • Introduzione nuova modalità di pagamento dei buoni refezione scolastica con procedura ad hoc e possibilità di effettuare pagamento per cassa, on-line e tramite MAV.
  • Post scuola in collaborazione con Cascina Maggiore (progetto con doppio percorso didattico-educativo).
  • Avvio dello sportello psicologico con il coinvolgimento di studenti, genitori e alunni.
  • Convenzione con gestore Spadazze per l'utilizzo della tensostruttura per l'attività di educazione motoria degli studenti della scuola secondaria di 1° grado.
  • Corso di alfabetizzazione di primo livello rivolto a mamme straniere di studenti delle scuole dell'obbligo al fine di migliorare la capacità comunicativa e relazionale.
  • Presidio di vigilanza garantito da volontari durante l'ingresso mattutino.

Offerta formativa

  • Rinnovo convenzione con la Scuola dell'Infanzia parrocchiale scaduta da anni.
  • Accoglimento di tutte le proposte formulate dalla Direzione didattica con arricchimento di progetti a totale carico dell'amministrazione comunale.
  • Mantenimento di due borse di studio assegnate per meriti scolastici in lingua straniera consistenti in una elargizione in denaro da spendere liberamente per l'approfondimento della lingua inglese.

Interventi prioritari da effettuare

La sicurezza degli edifici scolastici frequentati quotidianamente dai nostri figli è un valore sempre più sentito dalla società in cui viviamo.

Nonostante una legge in vigore dal 1996 sancisca l'obbligo da parte degli Enti (Province e Comuni), a cui spetta la gestione ed il rinnovamento del patrimonio scolastico, di attivarsi in funzione delle rinnovate esigenze didattiche e delle attuali normative in materia di sicurezza, il nostro plesso scolastico risulta ancora sprovvisto delle certificazioni di prevenzione antincendio e rischio sismico.

L'installazione dei pannelli fotovoltaici (2012) senza un'adeguata e preventiva protezione con una rete zincata per chiudere in maniera definitiva lo spazio presente fra la falda del tetto e i pannelli non integrati ha consentito ai piccioni di trovare una comoda nicchia per nidificare e stanziare creando diversi inconvenienti tra i quali l'accumulo di guano con intasamento dei canali di scarico dell'acqua piovana, la presenza di infestanti e parassiti, l'imbrattamento con le deiezioni delle celle dei pannelli riducendone l'efficienza dell'impianto.

Elena Corsi